C'è chi dice che per andare avanti, bisogna tornare indietro...
e proprio in questa piccola e verdissima vallata, situata nel Biellese orientale, incastonata tra l'Oasi Zegna e la Valsesia, si può trovare tutto cio'... pace, tranquillità, tradizioni, cultura e gastronomia.

Il nostro territorio è diviso tra due province. Verso l'alto per i Comuni di Portula, Coggiola, Pray, Caprile, Ailoche e Crevacuore sotto la giurisdizione di Biella; verso il fondo valle, per i Comuni di Postua e Guardabosone, invece sotto l'egida di Vercelli.

Una valle non molto estesa, dai versanti con una pendenza lieve, cosparsa di borgate, ricca di boschi e di alpeggi.
Ed il Monte Rosa sempre lì, alle nostre spalle, controllore del tempo e del nostro operato, che silenzioso e severo giudica e protegge la nostra piccola ed accogliente comunita'.
Nei secoli in ogni Comune l'opera dei fedeli ha portato a realizzare caratteristici Santuari, immersi nel silenzio e nel verde, visitabili con percorsi a piedi, oppure raggiungibili con una strada percorribile anche in auto.

Ad AILOCHE, si trova il Santuario della Brugarola, nascosto tra boschi di castagni lungo la strada che conduce all'Alpe di Noveis. Suggestivo è anche il vecchio centro abitato ed obbligatoria è la visita agli antichi oratori.

A CAPRILE, dopo una rilassante passeggiata si arriva alla Chiesetta Alpina all'Alpe di Noveis, da dove in posizione panoramica la vista spazia lontano, fino alle montagne lombarde. Merita visitare le piccole frazioni per ammirare le vecchie costruzioni, le antiche fontane e la chiesa Parrocchiale, ricca di storia.

A COGGIOLA, di notevole interesse artistico, storico e paesaggistico è il Santuario del Cavallero raggiungibile con una comoda mulattiera per una bellissima passeggiata. Da visitare il piccolo Santuario dei Moglietti, raggiungibile dalla frazione Fervazzo, anche in macchina. La chiesa Parrocchiale nel centro di Coggiola, di origine medioevale, conserva affreschi del '700 ed un maestoso organo d'inizio secolo. Incastonate sul primo pendio del Monte Barone, che domina tutta la valle, troviamo le frazioni di Viera e Rivò.

A CREVACUORE, borgo dell'antico marchesato di Masserano, di notevole interesse è il centro storico, con la Zecca e la Piazza delle Streghe. Da visitare lo splendido Santuario dedicato alla Madonna della Fontana in frazione Azoglio.

A GUARDABOSONE, Particolarmente interessanti le visite all'Orto Botanico, al Museo di Scienze Naturali, al Museo della storia delle Tradizioni Agricole; artisticamente da ammirare il Santuario della Madonna del Carretto, l'oratorio di Luppia ed gli affreschi del '700 e '800 sparsi in vari angoli del paese.

A PORTULA, una scalinata ci porta al Santuario di Rossiglione, dedicato alla Madonna d'Oropa, che domina dal cucuzzolo del piccolo monte. Formelle in terracotta, di artisti italiani e stranieri, ornano il muro di Santa Cecilia.

A POSTUA, interessante la passeggiata tra le vecchie case e le fontane del borgo antico; la visita agli oratori ed alle numerose chiese, fra cui il cinquecentesco Santuario della Madonna Addolorata. Bellissimo il paese nel periodo natalizio, perché "invaso" da centinaia di presepi che gli abitanti realizzano in ogni angolo.

A PRAY, da visitare in centro al paese l'antico oratorio di Santa Maria Assunta con affreschi del 1200; in frazione Pianceri Alto da ammirare il bellissimo Oratorio del Guarnero; in frazione Flecchia l'imponente Palazzo Riccio; in regione Vallefredda la Fabbrica della Ruota, uno dei più importanti esempi di archeologia industriale esistenti in Italia.

A SOSTEGNO, da vedere la bella chiesa Parrocchiale, eretta dove sorgeva l'antico castello, di cui conserva ancora la torre ora trasformata in campanile. Il Santuario di San Emiliano, posto sul colle omonimo e raggiungibile solo a piedi. Per gli appassionati di speleologia, la Grotta di Borcovei, una delle cavità naturali più interessanti di tutta la regione.

Gli splendidi Santuari sono indicati da una precisa segnaletica, perché rientrano nel percorso "Le Valli della Fede" che collega idealmente il Santuario di Oropa nel biellese occidentale ed il Sacro Monte di Orta nel Verbano, passando per la Valsessera ed il Sacro Monte di Varallo in Valsesia.





Missione compiuta
O si fa la Fiera o...
Sapori di Primavera - Pray Biellese
Luca ospite a UnoMattina su Rai1
Consiglio Aperto
Ricordate la filastrocca?




Luca Piantanida a UnoMattina
Nella foto: Luca con Eleonora Daniele



BUGIE DI CARNEVALE
CORIANDOLI AL RHUM
Il dolce tipico per eccellenza del Carnevale un po' in tutta Italia, anche se con nomi diversi a seconda delle zone: Chiacchiere, galàni, sfrappole, bugie, cenci, rosoni, cròstoli. I Coriandoli di Carnevale sono invece deliziosi dolcetti realizzati con un particolare impasto a base di cacao aromatizzato col Rhum.
[ altre info ]


Grupppo Giovani Fornaio Amico


Dall'autostrada A26
l'uscita è quella di Romagnano Sesia; la direzione è per la Valsesia fino alla rotonda di Bornate, dove si svolta a sinistra per trovare i primi abitati della Valsessera.

Dall'autostrada A4
le uscite possono essere Carisio o Greggio, da entrambe è consigliato seguire le indicazioni per Gattinara e poi per Roasio, da dove si passa per giungere sulla sponda destra del Torrente Sessera all'altezza di Crevacuore.

Da Biella
è obbligatorio imboccare la superstrada in direzione Cossato mentre poi si segue per Vallemosso fino alla frazione di Crocemosso; a questo punto si può scegliere la strada verso il basso con direzione Pray e si verrà accolti da un monumento riconosciuto dall'Unesco, che è la Fabbrica della Ruota, appena prima di entrare nell'abitato; oppure si può scegliere la strada verso l'alto con direzione Trivero e si costeggerà la riserva naturale dell'Oasi Zegna, per poi scendere e raggiungere Portula.


Home | Chi Siamo | Dove Siamo | Il Pane | Specialità | Dicono di Noi | Contatti

Privacy | DisclaimerCredits



Via Garibaldi, 10  -  13863 Coggiola (Biella)  -  Italy
T: +39 015 78 302
 |  F: +39 015 76 79 57
P.Iva 01907780025